Lingua menu

Foto piatto ricetta

Polpo scottato con guacamole e patate dolci all’aneto e lime

Dettagli
Cottura
30 minuti
Preparazione
100 minuti
Dosi
3-6 persone
Difficoltà
media
Costo
medio
Ingredienti
Polpo fresco o decongelato 1kg
Pomodori 2 non troppo maturi
Patate Dolci 3
Avocado 1 maturo
Lime 1
Aneto fresco 1 ciuffo
Peperoncini 2 freschi, 4 piccoli dolci
Scalogno 1 + 1/2
Aceto balsamico 3 cucchiai
Paprika dolce 1/2 cucchiaino
Sale, pepe e olio di semi q.b.
logo

Prodotto ideale

 

Preparazione

Preparate almeno mezza giornata prima l’olio aromatizzato al peperoncino e all’aglio: mettete in infusione nell’olio 2 peperoncini freschi (in questo caso se volete che l’olio sia piccante potete lasciare la punta ed i semi dei peperoncini) tritati, e 3 spicchi d’aglio tagliati a pezzi grossolani. Mettete poi l’olio a riposare se possibile in uno spruzzatore: verrá poi spruzzato sul polpo servito sulle patate dolci. Mettete uno scalogno tagliato grossolanamente a marinare nell’aceto balsamico per circa 2 ore. Cuocete il polpo in abbondante acqua (immergetelo prima che l’acqua raggiunga il bollore). Raggiunta l’ebollizione cuocete per circa 30 minuti e comunque finché pungendo il polpo con una forchetta questa non offra resistenza. Scolate il polpo e lasciatelo raffreddare per 10 minuti su un tagliere. Quindi tagliate i tentacoli (mantenendo la pelle) e teneteli da parte. Con le parti restanti potrete fare ottime insalate.
Preparate il guacamole svuotando un avocado maturo con un cucchiaio. Mettete la polpa unitamente ad un paio di cucchiai di acqua, un cucchiaio di olio sale e pepe qb in un mixer ad immersione. Frullate e portate ad una consistenza cremosa eventualmente aggiungendo altra acqua (Normalmente il guacamole si prepara aggiungendo in questa fase il pomodoro e la cipolla, noi invece lo prepareremo destrutturandolo). Sbollentate i pomodori in acqua bollente per pochi secondi dopo aver inciso la buccia ad X. Scolateli, spelateli e privateli di semi ed acqua di vegetazione. Tagliateli a cubetti, salateli e pepateli.
Mondate e tagliate i peperoni a striscioline privandoli dei semi e dei filetti bianchi. Scotatteli in padella con mezzo scalogno tritato ed un filo d’olio di semi. Aggiungete due cucchiai d’acqua e stufate. Lasciate freddare e tagliate i peperoni stufati a cubetti.
Versate lo scalogno con l’aceto balsamico in un pentolino e cuocete sino a ridurre l’aceto ad un caramello denso. Tagliate finemente lo scalogno caramellato.
Cuocete le patate dolci con la buccia partendo da acqua fredda e fatele bollire sinche la forchetta non le penetri senza resistenza. Scolatele e sbucciatele. Mettetele in un mixer con un ciuffo di aneto tritato, un cucchiaio di olio di semi, la buccia di un lime grattuggiata (senza intaccare la sottostante parte bianca). Aggiustate di sale e pepe. Frullate con circa tre mestoli di acqua bollente.

Fate arroventare una padella in ghisa appena oliata. Scottate i tentacoli spolverandoli con la paprika dolce. Circa 2 minuti per lato a fiamma molto alta.

Servite i tentacoli sul guacamole guarnito con la concassé di pomodori, i peperoni a cubetti fini e lo scalogno caramellato all’aceto balsamico. Servite anche sulla purea di patate dolci spruzzandoli con l’olio all’aglio e peperoncino. Sul polpo con le patate grattugiate ancora scorza di lime

Fonte: Vetto.me

Torna Ricette