Lingua menu

16- 03 - 2015

Il Gruppo Ruggiero lancia la linea Belle nel Cuore

Patate e cipolle imperfette fuori, Buone Dentro!

 

Sono un miliardo e trecento milioni di tonnellate gli alimenti sprecati e “persi” tra il campo di raccolta e il negozio ogni anno nel mondo. Si tratta di circa un terzo dell'intera produzione mondiale, pari a 170-180 kg pro capite1.  

I numeri parlano chiaro, è tempo di agire per combattere il food waste e quindi lo spreco d’acqua e di altre preziose risorse, un obbligo che noi tutti abbiamo nei confronti dell’ambiente e delle future generazioni. 
La produzione industriale del cibo comporta una serie di sprechi notevoli: eccedenze, invenduti e scarti non sono nient’altro che alimenti che finiscono tra i rifiuti e che hanno richiesto energie per essere prodotti, trasportati, trasformati e confezionati. 
Ma c’è anche un altro fattore che contribuisce allo spreco del cibo: l’estetica. E’ ora di battersi per evitare che frutta e verdura sane, non vengano selezionate per la vendita solamente a causa di imperfezioni e difetti estetici, poiché Brutto non significa da Buttare!  

Partendo da questo concetto e dal voler essere parte attiva di un tema ormai “caldo” particolarmente sentito all’estero ed ora “fil rouge” dell’Expo 2015, L’Antonio Ruggiero SpA, crea per la GDO Nazionale una linea di patate e cipolle dal marchio Belle nel cuore,  per combattere il caro vita e lo spreco alimentare. 

Di forte impatto visivo, il brand è racchiuso in un cuore rosso stilizzato per enfatizzare il valore morale del prodotto e renderlo immediatamente riconoscibile a scaffale; il pay off “Imperfette Fuori, Buone dentro” guida il consumatore nella scelta delle referenze descrivendole in maniera trasparente, chiara ed efficace. La confezione racconta il progetto e la sua importanza, informa il consumatore fornendogli dati attendibili, motivandolo ed accrescendo la sua consapevolezza in merito all’argomento.

 

Ciò che conferisce unicità a questi prodotti, è la loro forte “carica” etica ed emozionale, la loro bontà ad un prezzo conveniente. 

Le Belle nel cuore, prodotte seguendo i medesimi disciplinari di produzione delle referenze di prima scelta, presentano dei difetti estetici (irregolarità di forma e colore) e sono una risposta sostenibile ad un tema importante come quello dello spreco alimentare, la giusta soluzione per un consumatore sempre più sensibile a tematiche come sostenibilità, rispetto e convenienza

Per contrastare il mito del Bello = Buono e sposare una giusta causa, il gruppo darà vita ad una campagna di sensibilizzazione in stile “Gourmet” in alcuni PDV della GDO dove diversi chef prepareranno deliziosi piatti con prodotto imperfetto, fuori calibro, macchiato o dalla forma bizzarra, dimostrando cosi che l’occhio può ingannarci ed è la sostanza quello che conta! 

Le Belle nel Cuore sono pertanto sinonimo di sostenibilità, referenze moderne che dicono NO AL FOOD WASTE! Un valore aggiunto per le migliori insegne della GDO Nazionale. 

Mangia Responsabile, per un futuro senza Spreco 

 

Ufficio Stampa Antonio Ruggiero SpA 

1Dato FAO 2011. Global Food Losses and Waste